Vince Renzi a Capaccio

CAPACCIO PAESTUM: Tutti per Matteo Renzi alle primarie del PD. Una vittoria netta dei sostenitori del sindaco di Firenze, nonostante la grande organizzazione dei bersaniani capaccesi. Il neo gruppo dei renziani costituitosi a Capaccio per passione alla politica, ha fatto squadra ed ha avuto un ottimo risultato. I voti per Renzi sono stati 430 contro i 269 dei bersaniani. Stravince quindi, Renzi, sfiorando il 50% dei voti. Nichi Vendola registra un buon risultato, 129 voti, Bruno Tabacci 31 e Laura Puppato 7.

Votanti totali alle primarie circa 1000. Comunque un test abbastanza basso e scarso considerando i circa 16.000 votanti tradizionali capaccesi. Se lo vogliamo considerare questo un test elettorale, possiamo dire che la gente ormai è stanca di sentir parlare sempre delle stesse persone e dei soliti musicanti. Renzi ha dato speranza nell’elettorato ed ha riscaldato le  primarie PD. Il Sindaco di Firenze, ha saputo cogliere proprio per la sua buona lena in un momento tragico dei partiti italiani, dove ogni giorno escono fuori i predatori di casse dei partiti che gestiscono soldi a palate, ai rincari delle tasse a seguito del fallimento pubblico di comuni ed enti, alla morsa drastica di riduzione della moneta circolante, alle tasse applicate sulla prima casa delle famiglie oneste, alla riduzione o cancellazione della pensione a molti cittadini, ed a tutte le loro porche leggi che si sono votate per il finanziamento pubblico, per poi diventare vere fortezze e ricchezze di pochi parlamentari e loro parenti. Renzi, ha fatto dimenticare per un momento tutte le ruberie che combinano ogni giorno dando speranza con la sua bella e semplice faccia di giovane sindaco. Ci ha fatto dimenticare in un baleno chi ruba ed esporta valute all’estero e delinquenti che fanno fatture false, cene e festini di parlamentari, all’uso indiscriminato di mezzi, auto blu, pranzi a strafogare con conti pagati con soldi pubblici. Renzi,  ha gettato energia e linfa con la sua simpatia di “rottamatore” nelle file dei “comunisti shic italiani” .

Renzi, ci ha fatto dimenticare chi,  negli ultimi venti anni ha predicato bene e razzolato male, dei parlamentari italiani che hanno goduto della buona “manna” senza intraprendere linee popolari, leggi a sostegno dei giovani, a sostegno dell’occupazione, a difesa dei lavoratori e piccole imprese. Renzi, ha relazionato come si sono attivati partecipando alla grande spartizione dei pani e dei pesci, dei loro buoni salari di parlamentari, alle ottime condizioni di supplementi extra e di premi, pensioni ultra acessoriate dei parlamentari, extra bonus per i loro porta borse e rimborsi per i cenacoli parlamentari!

Renzi, ha dato un pò di respiro ai continui intrallazzi che la tv elenca minuto per minuto, giorno per giorno. Renzi,ha fatto dimenticare per sette giorni tutte le loro ingordige sulla riforma elettorale. Renzi, ha evitato, anzi ha ammorbidito l’ incarognimento del popolo verso questa gentaglia che ci governa e razzola da anni nelle stanze del potere, di continuo con rozzezza parlano in tv senza veli e ritegno!

Renzi ha rimesso in gioco il centrosinistra ed ha riaperto un dialogo, mettendo speranza nell’elettore.

Comunque non ci soffermiamo a elencare altre loro vicissitudini, perchè è già molto complicata la matassa politica e per questo non vogliamo finire di complicare le cose. Ci auguriamo che al ballottaggio Renzi/Bersani, le cose vadano meglio e che porti a meditare che in quest’area cè un momento di confronto e contemporaneamente un momento di ribellione. Renzi, ha portato l’attenzione e che la politica non può essere una proprietà privata, ma una libera attività aperta a tutti i cittadini italiani. Renzi, dice che la politica deve funzionare a rotazione. In America, in Francia e tante altri nazioni, quando uno perde, scende e torna a fare il lavoro che faceva prima! Renzi dice solo questo! Non vuole rottamare nessuno, vuole mettere delle regole in modo che ci sia più libertà, più partecipazione.

Attendiamo adesso che si proceda a gambe leste a fare subito una buona legge elettorale e che si dia modo agli elettori di poter votare il candidato preferito, non quelli calati dalle strutture di partito.

Questo dice Renzi! Per questo ci piace!

 

You must be logged in to post a comment.