Risposta del sindaco

Domenica “La Città” risponde il sindaco di Capaccio Paestum alla provocazione di Italia dei Valori, facendo una tranquilla e geniale risposta tramite il quotidiano a stesura provinciale. Racconta che le numerose polemiche dell’opposizione sul piano urbanistico comunale di Capaccio, non lo scoraggiano, Pasquale Marino, anzi  annuncia che la conclusione dell’iter è ormai in dirittura d’ arrivo. prima di natale sará portato all’attenzione dei consiglieri comunali per l’approvazione.

Facciamo un sunto della sua dichiarazione da la Città: «Le contestazioni dell’opposizione sono solo un modo per mascherare la loro inerzia e cronica gelosia – replica il sindaco – entro il 20 di dicembre il piano urbanistico comunale sará approvato. Le sollecitazioni dell’opposizione sono solo negative e distruttive. Per quanto mi riguarda, la mia amministrazione pensa solo ai cittadini e al territorio. Il Puc è un impegno assunto nel 2007, rappresenta un passo importantissimo per il nostro comune e posso assicurare che concluderemo l’iter. A me non interessa quello che afferma la minoranza. La veritá è che si devono solo difendere da anni di totale inerzia. Questo è uno strumento che tutela tutti i cittadini e non solo pochi eletti, come qualcuno va farneticando».
Elenca di seguito la bontà del nuovo piano urbanistico: “Ampliamenti degli alberghi per incrementare i posti letti disponibili, riordino dei borghi, recupero centro storico, parco naturalistico in localitá Cannito, nuove strutture per il turismo balneare, congressuale, religioso e culturale, cittadella scolastica, poli fieristici, nuove aree per l’edilizia sociale. Sono questi alcuni degli indirizzi programmatici relativi agli obiettivi perseguiti dal nuovo piano urbanistico comunale che, a breve, come ha assicurato lo stesso sindaco Marino, sará portato in consiglio per l’approvazione. Poi passerá al vaglio della Provincia e della Regione per essere approvato ed essere pienamente operativo”.

Il comune di Capaccio Paestum per il prossimo anno dovrebbe dotarsi, quindi, del nuovo strumento di pianificazione urbanistica del territorio, elaborato dall’urbanista Francesco Forte. Uno degli obiettivi principali del piano è l’aumento della disponibilitá dei posti letto dando la possibilitá agli imprenditori alberghieri di ampliare le proprie strutture. L’ampliamento degli alberghi non può essere superiore al 25% del volume esistente. Attualmente gli alberghi presenti nella cittadina dei templi sono 46 con una disponibilitá di 2691 posti letto e 1233 camere. L’aumento della volumetria ha lo scopo di incrementare i posti letto disponibili in funzione delle nuove esigenze ricettive che richiedono un incremento di almeno 2000 nuovi posti letto. Il principio è quello della tipologia “albergo diffuso”, in cui si intrecciano attivitá attuali da riqualificare e casali da ristrutturare in rapporto alle nuove esigenze ricettive.

Possibilitá di ampliamento anche per i bar che sul territorio in totale sono 133, per i 125 ristoranti e i 5 villaggi turistici. Attraverso apposite disposizioni urbanistiche dovranno poi essere uniformati tutti gli stabilimenti balneari mediante un’opera di valorizzazione dei lidi esistenti.

You must be logged in to post a comment.