APPELLO AI CANDIDATI ALLA CARICA DI SINDACO DI CAPACCIO PAESTUM

L’IMU reintroduce  l’ICI  sulla abitazione principale,  e la rivalutazione della rendita catastale del 5% oltre all’ applicazione di moltiplicatori, in funzione della categoria catastale, per tutte le categorie di immobili.

I moltiplicatori sono:

categoria A, C/2, C/6, C/7 moltiplicatore 160,

categoria. B, C/3, C/4, C/5 moltiplicatore 140,

categoria A/10, D/5 moltiplicatore 80,

categoria D moltiplicatore 60 (65 dal 1.1.2013),

categoria C/1 moltiplicatore 55.

La rivalutazione e moltiplicatori aumentano sensibilmente il valore degli immobili, e sul valore dell’immobile si applicano le aliquote.

Il sistema di calcolo in generale prevede:

a) aliquota per la prima casa 4 per mille (0,4%);

b) aliquota per la seconda casa 7,6 per mille (0,76%);

c) aliquota ridotta al 2 per mille (0,2%) per i fabbricati rurali ad uso strumentale;

d) rivalutazione della rendita catastale del 5%;

e) applicazione dei moltiplicatori, in funzione della categoria catastale;

f) detrazione base di € 200 per la prima casa e relativi adeguamenti;

g) detrazione di € 50 per ogni figlio di età fino a 26 anni convivente nella prima casa fino al massimo di € 400,00 (valevole solo per gli anni 2012- 2013).

Ogni Comune avrà la facoltà di aumentare o diminuire le aliquote, fino ad un massimo del 2 per mille sulla prima casa e massimo del 3 per mille sulla seconda casa.

L’appello ai candidati sindaco, in questo particolare momento di crisi,  è:

inserite nei  programmi elettorali, nelle cose da fare nei primi cento giorni, la riduzione delle aliquote, del 2 per mille sulla prima casa e massimo del 3 per mille sulla seconda casa.

Conteniamo l’aumento nell’ambito, inevitabile, dell’accresciuto  valore degli immobili.

Amedeo Bavoso

You must be logged in to post a comment.