DE LUCA a Napoli in piazza Plebiscito

NAPOLI 23 MARZO 2010: «Arte e cultura sono strumenti fondamentali per promuovere lo sviluppo e migliorare la qualitá della vita». Vincenzo De Luca, ieri mattina a confronto con intellettuali e artisti campani, ha descritto il ruolo sociale che nel suo programma è affidato alla cultura e alle arti, spiazzando subito dopo l’auditorio denunciando il voto di scambio nel quartiere di Scampia.

«Conosciamo anche il metodo adottato dal centrodestra – ha detto De Luca – a Scampia i voti vengono acquistati, 50 euro a preferenza. Danno 25 euro in anticipo e 25 euro dopo gli scrutinii».
Il dibattito, organizzato presso il Teatro Nuovo di Montecalvario dalla direttrice artistica Igina Di Napoli, candidata a Napoli nella lista “Campania libera con De Luca”, ha aperto un’altra giornata densa di impegni per il candidato presidente del centrosinistra.

De Luca si è sottoposto alle domande di Renato Nicolini, Andrea Geremicca, Mario Raffa, Giulio Baffi, Osvaldo Cammarota, Graziella Pagano, e Antonello Pischedda. Dal serrato faccia a faccia, svoltosi davanti alla platea gremita di uno dei teatri simbolo di Napoli, sono emersi due elementi fondamentali: da una parte la necessitá di un’attenta programmazione, dall’altra l’importanza di rompere i circoli chiusi

«La cultura – ha ribadito De Luca – è una dimensione essenziale per lo sviluppo della Campania, un comparto che ha bisogno di certezze per quel che riguarda l’attenzione istituzionale, si deve consentire agli operatori di poter programmare, senza avventura».

Rispondendo agli artisti, il sindaco di Salerno ha ricordato l’i mpegno della sua amministrazione per lo spettacolo e le arti, ma ha aggiunto: «Non ho intenzione di finanziare circoli chiusi, il mondo della cultura deve aprirsi e parlare con il territorio». A questo proposito, De Luca ha indicato proprio nel Teatro Nuovo l’esempio da seguire.

Nel pomeriggio De Luca ha incontrato gli abitanti di Ischia assumendo impegni specifici per le isole campane. «Occorre sfruttare al meglio la miniera d’oro in cui viviamo – ha incalzato De Luca – nell’ambito del distretto turistico di valore mondiale che intendiamo realizzare sulla nostra fascia costiera». Molti gli aspetti da migliorare: il sindaco ha posto l’accento su erosione costiera, depuratori, trasporti,sicurezza e servizi sanitari. Sull’a busivismo, De Luca si è detto disponibile a «salvaguardare l’a busivismo di necessitá», confermando un deciso no alle costruzioni «che rappresentano un pericolo e un danno per l’ambiente e il paesaggio». Oggi tour nell’Agro nocerino per il candidato presidente del centrosinistra. Alle 16,30, De Luca sará a Scafati ed incontrerá gli operai della Doria. Alle 18 andrá a Scafati e alle 20.30 è atteso a Nocera Inferiore.

You must be logged in to post a comment.