Alternativa Democratica sostiene Gennaro De Caro come candidato a sindaco di Capaccio-Paestum

Alternativa Democratica è un movimento politico nato dai cittadini, che sentono l’esigenza di organizzarsi in un progetto alternativo per far crescere Capaccio-Paestum dal punto di vista sociale, dei servizi e della qualità della vita.

Il movimento vuole creare uno spazio di confronto con i cittadini, le istituzioni, le forze politiche e sociali, le numerose associazioni presenti sul territorio, dove si possa ragionare di politica in modo libero e indipendente, al di fuori delle vecchie logiche dei partiti. Alternativa Democratica si colloca al centro dello scenario politico di Capaccio-Paestum e vuole rispondere al bisogno di cambiamento e all’esigenza di valori quali l’onestà politica e la trasparenza, sempre più richiesti dai cittadini.

Gennaro De Caro ha sempre considerato la politica come uno strumento per migliorare la società: “Se ieri la politica era pane e libertà, oggi deve essere in grado di rilanciare la speranza per un paese migliore. La politica è utile se mobilita le migliori energie, per affrontare le sfide del presente e del futuro”.

A oltre dieci anni della sua precedente esperienza politica, connotata da una cultura del fare nell’interesse collettivo, De Caro vuole rinnovare il suo impegno per una politica diversa: “Una cultura della partecipazione e del confronto, capace di orientare gli stili di vita, in senso sostenibile, formare e informare sulle scelte che si vanno a prendere e chiedere a capire i reali bisogni delle persone”.

Gennaro De Caro è stimato a Capaccio, oltre che per la sua carriera professionale, per il gran successo della sua unica esperienza politica: Assessore ai Lavori Pubblici dal 1995 al 1999 ha gestito oltre 180 opere pubbliche e il  suo assessorato è rimasto negli anni un esempio di operatività e di servizio alla comunità.  Tra i progetti principali realizzati, c’è stato l’avvio dell’innovativo piano di recupero delle spiagge e della pineta e nel 1998 la gestione della proroga dei vincoli dell’allora PRG, realizzata grazie a uno staff di collaboratori costituito da geometri, architetti e ingegneri che fece risparmiare una fortuna al Comune di parcelle sulle progettazioni.

L’unico rimpianto dei suoi quattro anni da Assessore ai Lavori Pubblici, prima di ritornare alla società civile,  è il non essere riuscito ad applicare il piano regolatore immaginato dall’architetto Airaldi: “Aveva delle idee chiare anche per il rilancio dell’area archeologica, però è stato sabotato. Le potenzialità di Paestum sono enormi. Le nostre risorse vanno organizzate, innanzi tutto facendo in modo che l’intera Valle del Calore sia collegata in rete con Capaccio. Questo vuol dire investire sulla viabilità”.

Alle scorse elezioni comunali del 2007, De Caro era candidato a sostegno di Luigi di Lascio.  “Sono stato ladro quando, come una spugna, mi sono impadronito della genialità, cultura, etica e pozzo di cultura e scienza che era Gigino.  – De Caro ricorda così il rapporto con Di Lascio durante l’ultima campagna elettorale – Se mi accingo a questa nuova battaglia è anche per continuare ad onorarlo”.

In continuità di valori e principi, di metodi e di programma con la campagna elettorale di Luigi Di Lascio nel 2007, De Caro e Alternativa Democratica vogliono “innescare una rivoluzione culturale e morale che determini una vera riscossa per Capaccio Paestum. – spiega Gennaro De Caro – Creare un progetto fatto di donne e uomini coraggiosi che superando schemi e steccati, siano capaci di imprimere una scossa e rappresentino un baluardo alle infiltrazioni camorristiche e malavitose. Capaccio dovrà diventare il punto di riferimento della piana del Sele e del Cilento. Dovrà diventare la Capaccio dei diritti e della lotta alle disuguaglianze. Dovrà garantire pari opportunità a tutti e saper accompagnare i giovani nella realizzazione dei loro desideri, dei loro sogni, del loro futuro”.

La presentazione della candidatura di Gennaro De Caro a Sindaco di Capaccio Paestum sarà anche l’occasione per invitare i cittadini alla partecipazione e all’adesione al progetto. “L’invito è rivolto a tutti i capaccesi, soprattutto a quelli che hanno la schiena diritta, che sono orgogliosi di essere cittadini della nostra città e che non vogliono più assistere alla  politica del nulla. – continua il candidato a Sindaco di Alternativa Democratica –  Sono convinto che tutti i cittadini che vogliono uguali diritti, vogliono essere sicuri di vivere in luoghi tranquilli ed essere indipendenti potranno diventare, insieme a noi, protagonisti di nuova stagione politica, contribuendo da subito alla formazione del programma e della squadra di governo”.

A dimostrazione della volontà di interagire e ascoltare i cittadini di partecipare è stata attivata la pagina Facebook di Alternativa Democratica, dove chiunque può esprimere la propria opinione su cosa si aspetta da un movimento come Alternativa Democratica.

You must be logged in to post a comment.