Agropoli, abuso d’ufficio: sindaco indagato Nell’inchiesta finisce il castello medievale

SALERNO (13 dicembre) – Il sindaco di centro sinistra di Agropoli, nel Salernitano, Franco Alfieri e altri 21 amministratori, tra assessori, consiglieri e dirigenti comunali, più un dirigente della società di trasformazione urbana, Agropoli Stu, sono indagati per abuso di ufficio in concorso per l’operazione che ha portato all’acquisto da parte del Comune del castello medievale simbolo della cittadina che affaccia sulla costa cilentana.

L’indagine della Procura della Repubblica di Vallo della Lucania è scattata alcuni mesi fa, in seguito a un esposto del consigliere di opposizione Antonio Domini, che guida una lista civica ma che nel contempo è anche iscritto al Pd.

Al centro della vicenda, ci sono alcune presunte irregolarità nelle procedure che hanno portato alla realizzazione della società «Agropoli Stu», di cui è socio unico il Comune di Agropoli e per conto del quale, lo scorso anno, la Stu ha acquistato la fortezza medievale. Le irregolarità riguarderebbero la costituzione stessa della società.

Fonte: il Mattino

You must be logged in to post a comment.